Mountain bike & vacanze in bici in Val Pusteria

La felicità di pedalare

“In sella alla mia bici ho risolto molti più problemi che nelle sale conferenze. Numerosi top manager confermano: andare in bicicletta libera la mente.”
(Andy Rihs)

Pedalare. Inspirare ed espirare. Sentire il cuore che batte. Adrenalina e pelle d’oca. Che tipo di ciclista siete? Quello comodo, che gira con gli amici, che apprezza il paesaggio e si nutre della bellezza della natura? Oppure uno che cerca discese spericolate che lo facciano sentire davvero vivo? Fate parte dei fanatici che si vedono quasi solo in coppia con le loro amate due ruote, per i quali pedalare è una bellissima droga e le sfide, per quanto difficili siano, li rendono felici? Ambiziosi, tendenti all’estremo, che lasciano volentieri agli altri la “normalità” e cercano costantemente di esplorare i loro limiti?

Qualunque sia il vostro rapporto con la mountain bike, qui da noi in Val Pusteria troverete i tour perfetti e appaganti per la vostra vacanza in bicicletta. Potete sceglierli direttamente sul nostro sito, oppure meglio ancora chiedere al padrone di casa, un ciclista sfegatato proprio come lo siete voi ...

Richiedi vacanza bici

I nostri highlight per la vostra vacanza in MTB & bicicletta in Val Pusteria

  • Noleggio gratuito di mountain bike
  • Noleggio di e-bike (a pagamento)
  • Consigli e dritte personalizzate dal padrone di casa & ciclista appassionato
  • Deposito biciclette
  • Servizio lavaggio per il vostro abbigliamento da bici
Mountain bike & vacanze in bici
Vacanze in bici in Val Pusteria
Vacanza in MTB & bicicletta in Val Pusteria

Per gli eroi della sella & amanti della mountain bike: tour in MTB & bici da strada

Tour facili con la mountain bike per principianti & famiglie

Ciclabile della Val Pusteria

Un giro classico per la vostra vacanza in bicicletta in Val Pusteria è l’omonima ciclabile. L’avventura in bici inizia a Rio di Pusteria e, in sella alla vostra bici, attraversate le località di Vandoies di Sotto, Vandoies di Sopra, Chienes, Casteldarne, San Lorenzo di Sebato fino a Brunico. Questa tappa è particolarmente adatta ai principianti e ciclisti “della domenica”, perché è pianeggiante e lunga appena 25,5 km. Da Brunico la ciclabile sale abbastanza dolcemente: sono in tutto 33,5 km fino a San Candido, passando per Perca, Valdaora di Sotto, di Mezzo e di Sopra, Ried, Villabassa e Dobbiaco. La terza tappa della ciclabile della Pusteria è quella ben nota al vasto pubblico, che da San Candido continua verso Versciaco e Prato alla Drava, da dove sconfina nel territorio austriaco. Seguendo il torrente Drava si prosegue fino a Lienz. Pur essendo 44 km per questa ultima tappa, il percorso è alquanto facile, perché sempre in piano o in discesa. Per tornare al vostro punto di partenza, potete usufruire del treno in qualunque momento. Se l’intera ciclabile fosse troppo lunga per voi, potete decidere di percorrere anche solo tratti più brevi, approfittando del comodo ritorno in treno.

Punto di partenza: Rio Pusteria
Durata: ca. 6-7 ore
Lunghezza: 105 km
Tipo di strada: ciclabile asfaltata
Difficoltà: facile
Dislivello: ca. 500 metri

Da Brunico a Campo Tures

Da Brunico si segue dapprima la strada principale fino a San Giorgio; da qui si procede sulla pista ciclabile asfaltata superando Gais e Villa Ottone fino a Campo Tures. Il ritorno si effettua sullo stesso tracciato.

Punto di partenza: Brunico
Durata: 2 ½ ore
Lunghezza: 18 km
Difficoltà: facile
Dislivello: ca. 100 metri

Tour in MTB di media difficoltà per ciclisti “ferrati”

Malga Astnerberg

Partendo dal nostro Hotel Terentnerhof ci si dirige con la MTB verso la frazione di Margain Val Pusteria. Più avanti, nel bosco, si svolta a destra, verso Sonnenberg. Poco sotto il sentiero verso i mulini si oltrepassano, a ca. 1.300 m di altitudine, le piramidi di terra e si prosegue in direzione del Rio Terento, superando il ponte in legno e continuano sul sentiero dei Rododendri (in tedesco “Alpenrosensteig” - n° 8) in salita fino al Gols. In discesa sullo stretto sentiero campestre conviene portare a mano per 5 minuti la bicicletta. Su un altro sentiero in mezzo al bosco si raggiunge la malga Astnerberg. Qui ci si può rifocillare con un ottimo piatto tirolese … Per il ritorno conviene prendere la strada bianca che scende direttamente a Terento.

Punto di partenza: Hotel Terentnerhof
Durata: ca. 2 ½ ore
Lunghezza: 16 km
Difficoltà: media
Dislivello: 600 m

Terento - Vallarga - Vandoies - San Sigismondo - Terento

Partite per questo tour direttamente dall’albergo e andate verso ovest, in salita per 3 km in direzione di Marga. Oltrepassate una piccola chiesetta e procedete dritti. Poco prima del maso Hauerhof, svoltate a sinistra in discesa verso il maso Rieser Hof. Qui termina per il momento la strada asfaltata e dovete seguire una strada forestale un po’ più ripida nel bosco (n° 21) in discesa verso la Vallarga. Dopo il maso Aichner Hof ritrovate la strada asfaltata che, passando accanto alla malga Moarhof, vi porta sulla strada provinciale della Vallarga. Dopo ca. 15 minuti di pedalata raggiungete Vandoies, dove procedete a destra del Rio di Fundres, attraversando il paese. Raggiungete così il grande stabilimento del Molino Rieper, prendete il sottopasso della strada della Pusteria e vi dirigete verso la ciclabile della Val Pusteria. Giunti alla pista ciclabile, svoltate a sinistra in direzione di Brunico.

La pista ciclabile della Val Pusteria passa accanto a Vandoies di Sopra e vi conduce a San Sigismondo, subito dopo il passaggio a livello abbandonate la ciclabile e continuate dritto. Attraversate ora la strada statale della Pusteria e, oltrepassando una piccola chiesetta, entrate nel centro di San Sigismondo. Dopo la chiesa attraversate un borgo residenziale e raggiungete la strada contrassegnata dal n° 10. Poco dopo raggiungete il bosco, e in seguito svoltate a sinistra verso Terento. Vi aspetta ora una salita impegnativa con tanti tornanti, ma sarete tuttavia ripagati della fatica dalla bella vista su San Sigismondo. Rimanete sempre sulla strada asfaltata, fino a incrociare a Pichlern la Strada del Sole della Val Pusteria. Dirigendovi verso ovest, ritornate al vostro hotel a Terento.

Punto di partenza: Hotel Terentnerhof
Durata: ca. 2 - 2 ½ ore
Lunghezza: ca. 30 km
Difficoltà: media
Dislivello: 550 m

Tour difficili con la MTB - per esperti

Il giro attorno al Plan de Corones

Vi manca un giro veramente soddisfacente per completare in bellezza la vostra vacanza in bicicletta in Val Pusteria? Allora leggete qui, questo tour fa per voi … Partendo da Riscone, si oltrepassano i paesini di Santo Stefano, Palù e del vicino Castello di San Michele, seguendo un sentiero escursionistico stretto e ripido con il n° 1 in direzione di Santa Maria di Sares. Da qui si sale in leggera pendenza su una strada panoramica asfaltata fino a San Vigilio di Marebbe. Godetevi qui la meravigliosa vista sulla vicina Val di Rudo, sul massiccio del Santa Croce a nord e sulla cornice mozzafiato del Sass de Putia.

Da San Vigilio di Marebbe fino alla cima del Plan de Corones i chilometri non sono tantissimi, ma non illudetevi: la pendenza è notevole e richiede resistenza e un buon allenamento fisico. Da San Vigilio (1.284 m) una stradina decisamente ripida sale dapprima a Cianoré (1.365 m), poi a Biei daete (1.485 m) e da qui, su un sentiero escursionistico stretto ed erto (n° 2), poi strada forestale, prosegue fino al Col de Frades (1.825 m) e alla cosiddetta “Pozza dei Cervi” (Hirschlacke - 1.993 m). Per alcuni tratti sarà necessario portare la bicicletta a mano. Dalla suddetta pozza il sentiero continua ancora per ca. 1 km lungo la cresta e si immette poi nell’ampia strada bianca, che sale fino in cima al Plan de Corones (2.275 m).

Punto di partenza: Riscone
Durata: ca. 4 ore
Lunghezza: 45 km
Difficoltà: difficile, solo per esperti
Dislivello: 1.320 m

Il giro attorno al Plan de Corones - Variante 2

Il tour parte dal parcheggio di Stegona a Brunico. Qui si segue la strada verso San Lorenzo di Sebato e Santa Maria di Sares fino a San Vigilio, percorrendo la strada fino al Passo Furcia. I 5 km di salita al Plan de Corones non sono da sottovalutare: non per niente in più di qualche occasione sono stati inseriti nel circuito del Giro d’Italia e richiedendo gli ultimi sforzi ai professionisti della bicicletta. Giunti sul Plan de Corones, si segue la strada forestale in discesa verso la malga Ochsenalm. Una volta raggiunta la fine del bosco a Riscone, si torna senza difficoltà al punto di partenza del tour.

Durata: ca. 4 ore
Lunghezza: 45 km
Difficoltà: Difficile
Dislivello: 1.350 m

Tour del Passo di Fundres

Una meta bella ma impegnativa: il tour al Passo di Fundres non è adatto ai principianti, si tratta bensì di una sfida non indifferente per qualsiasi appassionato della MTB. Chi ama le esperienze estreme, sicuramente ne ha trovata una. Si parte dalla stazione di Vipiteno in direzione della Val di Vizze. Qui si pedala intanto comodamente lungo la strada statale fino a Fossa Trues (Fußendrass) per 13,5 km; un consiglio: aggirate la galleria a destra. Presso Fossa Trues si svolta a destra sulla strada bianca verso il Passo di Fundres. Attenzione: non è un’esagerazione affermare che questo tratto è terribilmente ripido. Per ca. 5 km bisogna davvero stringere i denti, perché la pendenza non concede tregua. Giunti a 1.900 m di altitudine, il sentiero diventa più pianeggiante e si arriva nella zona della malga Großberg. È vivamente raccomandata una breve pausa per far riposare le gambe e la schiena, e il panorama invita a fermarsi e reintegrare i liquidi. In lontananza si vede per la prima volta la meta. Non arrendetevi, potete farcela. Dopo aver attraversato un torrente, si continua in netta salita, e il sentiero diventa sempre più stretto e arduo. Non fate troppi sforzi, scendete e spingete la vostra bicicletta, gli ultimi tornanti e metri di dislivello vi aspettano. E poi, finalmente: il passo è conquistato. Una vista panoramica straordinaria e indimenticabile vi ripaga di ogni fatica!

Dopo la ben meritata pausa, accompagnata dalle foto di rito, si inizia la discesa inizialmente con la bici a mano per un primo tratto. Ma ben presto c’è una bella sorpresa per gli amici dei single trail: fino alla malga Weitenberg nella Valle di Fundres il sentiero scende decisamente e ininterrottamente. Chi lo desidera, può fermarsi alla malga e rifocillarsi con qualche piatto tipico. Altrimenti si imbocca la strada forestale e si torna - senza ulteriore salita - in Val Pusteria, verso la gola di Dun e Vandoies.

Attenzione: si tratta di un tour in MTB molto duro e da non sottovalutare, sia in salita che in discesa, riservato esclusivamente ai biker esperti e allenati. Ciononostante, è uno dei tour più belli delle Alpi. Informatevi prima sulle condizioni meteo, perché anche in piena estate possono esserci nevicate nel punto più alto, a 2.568 m.

Punto di partenza: Vipiteno
Durata: 6 ½ ore
Lunghezza: 45 km (di cui 9 km con una pendenza estrema)
Difficoltà: molto difficile
Dislivello: 1.640 m

Franadega - Prato Piazza - Monte Specie

Da Monguelfo ci si dirige verso nord nella Valle di Casies fino a Planca di Sopra. Segue una leggera salita fino a Franadega e poi la discesa verso Dobbiaco. Attraverso la Valle di Landro si raggiunge Carbonin, da dove si svolta a destra e si sale a Prato Piazza sulla strada militare. La salita dal Rifugio Vallandro fino al Monte Specie (2.307 m) è difficoltosa, ma viene ripagata dallo splendido panorama sulle Tre Cime di Lavaredo. Si ritorna indietro al Rifugio Vallandro, si attraversa l’altipiano di Prato Piazza, si scende verso Braies e si rientra a Monguelfo.

Durata: ca. 5 ore
Lunghezza: 53 km
Difficoltà: Difficile
Dislivello: 1.600 m

Alpe di Rodengo

Da Vandoies si procede sulla pista ciclabile verso Rio Pusteria (763 m). Qui si abbandona la ciclabile presso il distributore di benzina e si continua verso il centro di Rodengo. A sinistra, in salita, si seguono le indicazioni per l’Alpe di Rodengo. Passando per il rifugio Roner (1.832 m) si raggiunge la malga Steineralm e la cappella dal nome «Jakobsstöckl» (2.026 m), da dove si comincia a scendere, in parte su una strada forestale oppure, volendo, anche sul sentiero n° 2 + 3. Giunti ad un’altitudine di 1.240 metri, si mantiene la sinistra e si attraversa su una strada quasi sempre pianeggiante il fianco della montagna, prima di scendere ulteriormente verso la località di Elle, raggiungendo Casteldarne lungo la pista ciclabile. Il rientro da qui avviene sulla comoda pista ciclabile della Val Pusteria fino a Vandoies.

Durata: ca. 5 ore
Lunghezza: 40 km
Difficoltà: Difficile
Dislivello: 1.600 m